LA SOCIETA’
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Tariffe Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy

Assorinnovabili ricorre contro lo Spalma Incentivi

25/09/2014

spalma incentivi

La polemica intorno al decreto Spalma Incentivi sembra destinata a non esaurirsi in tempi brevi. La decisione dell'esecutivo di colpire retroattivamente i bonus accordati ai soggetti che hanno aderito alla prima fase di sviluppo dell'energia solare in Italia, pur limitandola agli impianti che superino i 200 kWp, ha infatti dato vita alla decisa reazione della controparte.

Tra le voci più decise in tal senso, si fa decisamente notare quella di Assorinnovabili, che già si era fatta sentire nella fase che aveva preceduto la decisione finale del governo. Proprio l'associazione che riunisce le aziende che operano nel settore delle fonti rinnovabili, infatti, aveva mosso i suoi rilievi nel corso di una audizione parlamentare, tenutasi all'inizio dell'estate.

In quella occasione, Assorinnovabili aveva fatto presente con forza come il settore avesse già pagato dazio negli anni precedenti, con la restituzione di circa un miliardo di euro all'anno di incentivi, senza peraltro ottenere grandi vantaggi per i consumatori. Inoltre l'associazione aveva fatto presente come la retroattività della norma costituisse una palese violazione del dettato costituzionale e arrecasse evidente danno alla reputazione del paese. Argomenti che evidentemente non hanno convinto il governo, il quale è infatti andato avanti sulla sua strada emanando il contestato provvedimento.

Assorinnovabili non si è però a sua volta tirata indietro, decidendo per lo scontro frontale con l'esecutivo. La linea d'azione elaborata allo scopo prevede infatti il ricorso alla Commissione Europea contro l'Italia, con la richiesta di aprire una procedura d'infrazione. Il motivo della richiesta deriverebbe dalla violazione alla "Direttiva 2009/28/CE", quella che stabilisce gli obiettivi in tema di energie rinnovabili. Al proposito va ricordato che già la Spagna e l'Inghilterra avevano emanato provvedimenti dello stesso tenore, provocando ricorsi che hanno visto i due governi costretti a rimborsare gli operatori colpiti dal repentino mutamento della normativa.

La strategia messa in cantiere da Assorinnovabili fa leva peraltro su un giudizio espresso da Valerio Onida, uno dei più noti giuristi italiani e Presidente della Consulta tra il 2004 e l'anno successivo, sulla chiara incostituzionalità dello Spalma Incentivi, e dovrebbe sfociare in un ricorso alla Consulta fondato soprattutto su un precedente considerato di buon auspicio. Il precedente in questione è quello della Bulgaria, ove la Corte Costituzionale ha sancito l'illegalità di una tassa del 20% che andava a colpire in maniera retroattiva i profitti derivanti dall'energia fotovoltaica ed eolica.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura della Redazione

Confronta i prezzi e risparmia

Scopri subito le migliori tariffe  >>
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
ARTICOLI CORRELATI
Energia, sempre più a tutela dell’ambientepubblicato il 7 marzo 2016
Energie alternative, sempre più una realtàpubblicato il 8 novembre 2015
Energia elettrica: stop alle tariffe progressive?pubblicato il 16 febbraio 2015
Enel: stop ai venditori delle società esternepubblicato il 10 febbraio 2015
Elettricità: la convenienza delle tariffe biorariepubblicato il 23 ottobre 2014
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Conosci il consumo annuo di energia elettrica?
Consumo stimato annuo di energia elettrica
(kWh)
Quando utilizzi l'elettricità?
Giorno
| Sera
| Weekend
|
| %
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?
CONFRONTA OFFERTE
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!