LA SOCIETA’
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Tariffe Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy

Il piano del governo per l’efficienza energetica

24/09/2014

efficienza energetica

E' stato reso noto il "Piano d'Azione per l'Efficienza Energetica 2014", il documento redatto dal Ministero per lo Sviluppo Economico in collaborazione con l'ENEA. Il piano esamina la situazione del nostro paese in tema di energia, prendendo in esame aspetti estremamente significativi, a partire dal costo dell'approvvigionamento e dallo stato di dipendenza da fonti estere, spesso problematiche.

Tra gli obiettivi delineati, va rimarcato il particolare accento posto sull'efficienza energetica, vista come il grimaldello per aiutare il paese a raggiungere gli obiettivi delineati a livello nazionale e continentale, al fine di ridurre le emissioni nocive e limitare gli squilibri della bilancia commerciale.

Il complesso delle misure messe in cantiere nell'arco di tempo che va dal 2011 al 2020, potrebbe comportare risparmi nell'ordine di oltre quindici milioni di tonnellate di petrolio e prodotti equivalenti, l'11% del complesso.

Tra i settori chiamati a dare il maggior contributo c'è quello dei consumi relativi ai motori, benzina e diesel, i cui migliorati livelli tecnici potrebbero far risparmiare circa cinque tonnellate e mezzo all'anno. Poco più del contributo cui è chiamata l'industria, che potrebbe risparmiare circa cinque milioni di tonnellate per effetto dei certificati bianchi. Con questo nome vengono indicati gli attestati che testimoniano il ridotto consumo di energia a parità di produzione i quali possono essere oggetto di compravendita da parte delle aziende. Grazie ad essi, le imprese più energivore possono optare per una riduzione delle emissioni tramite l'ottimizzazione dei processi di produzione, oppure acquistando i certificati bianchi da quelle che sono riuscite ad implementare la propria efficienza oltre i minimi richiesti dalla normativa.

Anche il settore residenziale è chiamato ad operare uno sforzo in grado di apportare benefici alla bolletta energetica del sistema paese, anche se in termini inferiori. I risparmi previsti in questo caso ammontano infatti ad oltre tre tonnellate e mezzo all'anno, per effetto del combinato disposto creato da certificati bianchi, conto termico, norme più severe e bonus fiscali per le ristrutturazioni, in modo da aumentare l'isolamento termico e la resa energetica degli edifici.

L'ultimo settore chiamato a fare la sua parte in questo sforzo è il terziario, il quale sarà tenuto a ridurre la sua domanda di energia di 1,28 tonnellate. La cifra complessiva sarà praticamente ripartita tra gli immobili privati e quelli della Pubblica Amministrazione, con misure ricalcate da quelle previste per il residenziale, con la significativa eccezione delle detrazioni fiscali previste in caso di ristrutturazioni.

In forza di queste misure, la riduzione di emissioni nocive corrisponderebbe a cinquantacinque milioni di tonnellate di CO2 ogni anno, con un risparmio in termini di importazioni pari a otto miliardi di euro all'anno.

Logo Segugio.it

Attendi, ti stiamo
trasferendo al sito della società!

A cura della Redazione
Come valuti questa notizia?
Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
Segnala via email Stampa
Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Conosci il consumo annuo di energia elettrica?
Consumo stimato annuo di energia elettrica
(kWh)
Quando utilizzi l'elettricità?
Giorno
| Sera
| Weekend
|
| %
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?
CONFRONTA OFFERTE
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!