La bolletta spiegata: sintesi e dati cliente

Dal 1 gennaio 2016 è entrata in vigore la nuova bolletta 2.0 dell’energia elettrica. Questo articolo contiene tutte le informazioni relative alle bollette emesse precedentemente a tale data.

IL DOCUMENTO DI SINTESI NELLA VECCHIA BOLLETTA DELLA LUCE

Procediamo in questa sezione all’analisi dettagliata del primo foglio che troviamo aprendo la bolletta dell’energia elettrica.


Esempio di foglio di sintesi dei dati del cliente e della fornitura presente nella bolletta per l’energia elettrica.

Il foglio di sintesi

Si tratta del documento di sintesi in cui troviamo tutte le informazioni generali riguardanti il servizio, l’utente, il contratto con il venditore e il pagamento, ovvero:
  • Importo da pagare;
  • Dati Cliente e Dati Fornitura;
  • Tipo di Fornitura;
  • Lettura del Consumo e Componenti Onerose.

Il totale da pagare

La prima cosa importante da sapere è l’importo da pagare e la data entro cui effettuare il pagamento. Queste informazioni sono ben chiare ed evidenti nella bolletta. Viene inoltre sempre indicato il metodo di pagamento scelto al momento della sottoscrizione del contratto (bollettino postale o addebito su conto corrente), e la situazione del cliente per i pagamenti precedenti.

La pagina di sintesi presenta sempre il tipo di mercato in cui si trova l’utente (libero o di tutela), il periodo di riferimento della bolletta (ovvero per quali mesi viene corrisposto il consumo di energia elettrica), e il numero e la data del documento ricevuto, a cui ricorrere in caso di comunicazioni col venditore che abbiano come oggetto una bolletta ricevuta.


Dettaglio del totale importo da pagare e della descrizione del genere di fornitura di cui il cliente usufruisce (mercato libero o di maggior tutela), presenti nel foglio di sintesi dati della bolletta
per l’energia elettrica.


Dati Cliente e Dati Fornitura

Nel foglio di sintesi troviamo anche i Dati Cliente: il Codice Cliente, fondamentale per l’interazione con il fornitore del servizio di energia elettrica, che con questo codice identifica univocamente il vostro contratto e i vostri dati, e il Codice Fiscale dell’intestatario del contratto di fornitura elettrica.

Tra i Dati Fornitura viene indicato l’indirizzo del luogo per il quale viene erogato il servizio (potrebbe non coincidere con l’indirizzo di recapito della bolletta) e il cosiddetto codice POD (dall’inglese Point of Delivery), serve per determinare l’esatta locazione del punto di prelievo dell’energia ed è identificativo di ogni singola fornitura. Ancora, potrebbe essere segnalato il distributore locale (come in questo esempio), da cui il nostro fornitore acquista l’energia elettrica, e l’offerta che caratterizza il nostro contratto.

Potremmo trovare tra questi dati anche il numero di presa (non presente in questa bolletta), che serve a identificare il collegamento del contatore al punto di distribuzione.


Dettaglio del prospetto riassuntivo dei dati del cliente che usufruisce del servizio di fornitura,
presenti nel foglio di sintesi dati della bolletta per l’energia elettrica.


Tipo di Fornitura

Insieme ai dati Cliente e Fornitura, troviamo una sintesi del contratto sottoscritto con l’azienda venditrice:
  • data di inizio del servizio di fornitura: data di avvio o di rinnovo del servizio;
  • tipologia di uso del contratto: domestica, residente o non residente;
  • potenza impegnata: quantità di kW di cui si dispone secondo contratto stipulato;
  • potenza disponibile: massima potenza prelevabile, equivalente alla potenza impegnata più il 10% (se superata il contatore scatta e va riattivato manualmente);
  • tensione di fornitura: forma sotto la quale viene fornita l’energia elettrica dall’alimentazione. In genere le utenze domestiche hanno una fornitura in bassa tensione di 230 V;
  • numero di emergenza da contattare in caso di guasti;
  • tipo contatore: può essere Elettronico Gestito per Fasce (EF), cioè in grado di misurare il consumo per fasce orarie (F1, F2, F3), oppure Elettronico Gestito Monorario (EM) che calcola il consumo elettrico totale senza suddivisione oraria, o Tradizionale (T).

Oltre a tutte queste informazioni, nella pagina di sintesi della bolletta viene anche riportato un interessante quanto utile specchietto del consumo annuo in kWh, corrispondente al consumo energetico che il fornitore ha registrato e fatturato nei 365 giorni precedenti la data di riferimento della bolletta. In alcuni casi la stima viene anche suddivisa a seconda delle fasce orarie, a seconda del venditore, come avviene nel nostro caso.


Dettaglio del prospetto riassuntivo dei consumi e del contratto di fornitura del cliente,
presenti nel foglio di sintesi dati della bolletta per l’energia elettrica.

Come detto all’inizio di questa guida, conoscere i propri consumi è indispensabile per risparmiare. Infatti solo in questo modo puoi scegliere il fornitore e l’offerta che ti permette di soddisfare le tue esigenze al minor costo.

Per scoprire subito qual è la tariffa che più si adatta alle necessità di consumo della tua famiglia utilizza il nostro comparatore gratuito
CONFRONTA LE OFFERTE

Lettura del consumo e componenti onerose

Il foglio di sintesi presenta inoltre un riassunto dei consumi fatturati per il periodo indicato dalla bolletta: il totale dei kWh, e la suddivisione del consumo di energia nelle fasce orarie espresso in kWh (Consumo Fatturato) e la lettura del contatore:
  • reale o rilevata se presa direttamente dal contatore;
  • stimata se calcolata sulla base dei consumi storici;
  • autolettura se la lettura è stata comunicata dal cliente stesso.

Attenzione: la suddivisione del consumo in fasce orarie non implica che la tariffazione sia avvenuta per fasce orarie, quest’ultima dipende dal tipo di contratto stipulato con l’impresa venditrice. La presenza della suddivisione in fasce orarie del consumo fatturato dipende esclusivamente dal tipo di contatore che vi è stato installato (vedi sezione tipo di fornitura al capoverso “Il contatore: la lettura in modo corretto e sicuro”).
Andiamo adesso a vedere che cosa paghiamo esattamente nelle nostre bollette. Il foglio di sintesi presenta infatti un riepilogo degli importi di cui si compone il totale fatturato.
Come risulta evidente, sono 3 le componenti onerose di una bolletta per l’energia elettrica:

alle quali viene poi sommata l’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) del 10% (per clienti domestici) per ottenere il Totale da corrispondere al fornitore. Il dettaglio di queste spese lo si trova generalmente nella seconda pagina della bolletta, che andremo ad analizzare in tutte le sue voci nello specifico nella prossima guida, la pagina del dettaglio della bolletta.


Dettaglio del prospetto riassuntivo dei consumi e della suddivisione dei costi di fornitura del cliente, presenti nel foglio di sintesi dati della bolletta per l’energia elettrica.

Che utente sei?
In quale comune abiti?
È una abitazione di residenza?
Quale è la potenza dell'impianto?
Conosci il consumo annuo di energia elettrica?
Consumo stimato annuo di energia elettrica
(kWh)
Quando utilizzi l'elettricità?
Giorno
| Sera
| Weekend
|
| %
Seleziona la tipologia di richiesta
Come vuoi pagare?
Come vuoi ricevere la bolletta?
CONFRONTA OFFERTE
Logo Segugio.it

Attendi, stiamo cercando
le migliori offerte per te. Grazie!